Archivi categoria: InformAzione in Movimento

Buon 1° maggio !!!

Un ACTION MOVIE sul precariato. Se il precariato è l’inferno, in questo film, un precario scatena l’ inferno.
– video di Margine Operativo – produzione Boomerang Fest – Largo Spartaco

Annunci

Il Blocco Stradale NON può essere un reato. Stralciamo le multe!

 In questi giorni 15 persone nella città di Roma sono state raggiunte da una sanzione amministrativa che le condanna a pagare un’ammenda di 2.600 euro a testa. Il motivo è aver partecipato ad una manifestazione nell’ agosto del 2015, svoltasi lungo le strade di San Lorenzo a seguito dello sgombero di “Degage”, studentato occupato in via Musa. Continua a leggere Il Blocco Stradale NON può essere un reato. Stralciamo le multe!

sciopero globale 8 marzo

🔥 NonUnaDiMeno Roma: Sciopero globale 8 marzo 2019 🔥#NoiScioperiamo
8 marzo 19.jpg
L’8 marzo sarà sciopero generale femminista. Un grido globale per far sentire il peso di una giornata senza di noi.
Sarà sciopero in tutto il mondo: bloccheremo le città, i luoghi di lavoro, le case.

Ecco gli appuntamenti dell’ #8marzo a Roma, invitiamo tutte/i a ad aderire e diffondere l’evento e i materiali per lo #scioperoglobale
Continua a leggere sciopero globale 8 marzo

1 dicembre MANIFESTAZIONE sei 1 di noi

COSA VOGLIAMO? DIGNITÀ E GIUSTIZIA SOCIALE
sei 1 di noi corteoEguaglianza, solidarietà, pari opportunità, partecipazione e accoglienza sono i principi in cui crediamo e che rivendichiamo.

La sicurezza che cerchiamo è innanzitutto quella economica e sociale: lavoro, reddito e casa dignitosi. Una scuola e una sanità pubbliche, universali e efficienti. Verde e spazi sociali per i nostri bambini. Continua a leggere 1 dicembre MANIFESTAZIONE sei 1 di noi

DIFENDERSI DAL MEDIOEVO NON PUO’ ESSERE UN REATO

di Csoa Spartaco

comunicato 1Alla fine ci hanno condannati. Perché non siamo riusciti a rimanere in silenzio e non lo faremo mai di fronte a chi semina odio, violenza e pregiudizi. Il 21 maggio del 2014 eravamo lì, presso la sede del VII Municipio, ad ascoltare e portare il nostro contributo al convegno “Caro prof… mi chiamano gay”, che metteva al centro l’educazione sentimentale, nel rispetto dell’orientamento sessuale e nel contrasto dell’omofobia. Eravamo insieme ai genitori e agli insegnanti, al Presidente del Municipio, a un Assessore municipale e a un Parlamentare della Camera dei Deputati. Siamo convinti che un cambiamento vero sia possibile a partire dalle nuove generazioni diffondendo i valori dell’inclusione e della diversità. Perché quello che successe in quel periodo al liceo Cavour, ovvero un ragazzo gay di 15 anni che si tolse la vita perché preso in giro dai compagni, non succeda mai più. Il nostro compito è contrastare ogni tipo di discriminazione, da quella sessuale a quella di genere, da quella dei migranti a quella nei confronti di chi versa in uno stato di povertà e indigenza. Continua a leggere DIFENDERSI DAL MEDIOEVO NON PUO’ ESSERE UN REATO